La Rivista
2019
N° 3 - 4 Luglio - Dicembre 2019
Seguiamo i giovani : "Un check up per l'Italia"
10/Aprile/2019
Attualità

"Un check up per l'Italia", forum promosso dalla Fondazione Biagio Agnes, tenutosi l'8 aprile, a Roma, presso la LUISS, è stata l'occasione per parlare del rapporto fra il mondo giovanile e le dipendenze (droga, alcool, gioco d'azzardo), con il proposito di fornire informazioni corrette e certificate

La Presidente della Fondazione, Simona Agnes, ha sottolineato l'importanza e l'obiettivo dell'evento, giunto alla terza edizione, ricordando che  "i ragazzi sono i nostri interlocutori privilegiati, a loro bisogna parlare di più".  In questo caso, informandoli dei rischi che corrono, provando anche per una sola volta, l'ebrezza della droga o il brivido delle  scommesse.

Oggi, più di ieri, anche grazie alla diffusione che hanno trovato su internet, le tentazioni, anche per i minori, sono a portata di "click" e rischiano di coinvolgere un pubblico sempre più ampio e giovane.

Nel campione di ragazzi intervistato, fra i 14 e i 17 anni, il 43,7% ammette di aver fumato tabacco, ma, ancora più tristemente, si registrano 3 ragazzi su 10 che dichiarano di aver provato, almeno una volta, sostanze stupefacenti, i cui principi attivi, fra l'altro, sono aumentati esponenzialmente nel corso degli ultimi decenni.

Per fare un esempio: secondo recenti studi, il vecchio "spinello" di marijuana degli anni 60/70, conteneva una quantità di THC (la sostanza psicotropa della cannabis) fino a 200 volte inferiore a quella attualmente proposta sul mercato.

Altro tema caldo, il gioco d'azzardo, del quale ci eravamo occupati in un articolo d'archivio del 28 gennaio u.s., citando i numeri, diffusi nel libro BLU 2017 dell'Agenzia delle Entrate, che attestavano in 100,7 miliardi di euro la spesa degli italiani, nel 2017, per scommesse di vario tipo, prospettando un sensibile aumento per il 2018. 

Nell'ambito della manifestazione è stato assegnato il "Premio Biagio Agnes Check-Up Salute 2019"per l'informazione scientifica: premiati da Gianni Letta, Presidente dei Garanti del Forum, il Rettore dell'Università Cattolica Franco Anelli, e Giorgio Grani, ricercatore della Sapienza.