La Rivista
2019
N° 3 - 4 Luglio - Dicembre 2019
Lo stato delle Assicurazioni in Italia
26/Giugno/2019
Attualità

Il Presidente IVASS, Fabio Panetta, il 20 giugno us a Roma, ha illustrato la relazione sulle attività dell'ente.

Il quadro generale racconta un mondo assicurativo in buona salute, seppur nel difficile contesto italiano in cui la volatilità dello spread, combinata agli effetti della digitalizzazione e alla crescente concorrenza, pongono qualche incognita per il futuro.

Lo spread incide sui bilanci civilistici e sulla posizione di solvibilità delle imprese assicurative. In questo senso, il comparto che vede maggiormente erodere i propri margini è quello della gestione vita, con un valore dell'utile inferiore ai 2 miliardi, rispetto ai 3,5 del 2017.

Sotto la voce "notizie positive" rientra il cambio di passo della RCA, in cui il premio medio è sceso del 19.5% , passando dai 515 euro del 2013, ai 415 euro di dicembre 2018. 

Seppur ancora indietro rispetto al contesto europeo, con una differenza di +97 euro per la stipula rispetto a Germania, Francia e Spagna, si tratta di un miglioramento significativo. Il merito di questa diminuzione va ricercato anche nelle "scatole nere", montate in numero sempre crescente, in misura pari al 22,2% sulle nuove polizze. 

Altro capitolo centrale nella relazione è stato quello delle "polizze dormienti", cioè polizze scadute senza essere liquidate. L'IVASS, dal 2017, sotto la gestione dell'ex Presidente, Salvatore Rossi, aveva sollevato la questione, dando luogo al risveglio di 200 mila polizze, che, ad oggi, hanno fruttato pagamenti giunti a sfiorare i 4,5 miliardi di euro.